Privacy policy
Rassegna Stampa di Domenica, 5 Luglio , 2020
 
Ristrutturare? E’ un business
Argomento:
Autore: Duilio Liburdi e Massimiliano Sironi
Fonte: Italia Oggipag: 30
Con la risposta all’interpello n. 152 di ieri l’Agenzia delle Entrate frena la convenienza delle opere edilizie. Mutare la destinazione d’uso dei locali, nello specifico da magazzini e locali di deposito in tre immobili di categoria abitativa A3 al fine di procedere poi alla vendita degli stessi, cambia il reddito. Vista l’insussistenza dello svolgimento di un’attività d’impresa commerciale la plusvalenza derivante dalla cessione degli immobili rientrerebbe a far parte dei redditi di cui all’art. 55 del Tuir. Affinché un’attività commerciale sia produttiva di reddito d’impresa è richiesto che vi sia l’abitualità. La dimostrazione di questo requisito rappresenta una delle maggiori criticità che richiede una valutazione caso per caso. Le opere di ristrutturazione sarebbero quindi ‘atti necessari’ per porre in essere la suddivisione immobiliare e realizzare i tre immobili da vendere. La finalità della vendita e non quella di utilizzo personale o familiare delle abitazioni risultanti dalla suddivisione prova l’esistenza di un’attività d’impresa commerciale.


visualizza tutta la Rassegna Stampa di oggi
| copyright Studio Orlandini e Associati | partita iva: 02255380160| site by metaping |