Privacy policy
Rassegna Stampa di Domenica, 5 Luglio , 2020
 
Con il mandato si riduce l’Iva
Argomento:
Autore: Franco Ricca
Fonte: Italia Oggipag: 32
Con la risposta n. 132/2020 l’Agenzia delle Entrate fornisce un chiarimento su un interpello concernente il modello organizzativo di gestione di un ambulatorio erogante servizi sanitari. Il ricorso al mandato senza rappresentanza per lo svolgimento di operazioni esenti consente di ridurre l’Iva. Secondo l’Agenzia la società che intende gestire l’ambulatorio può fatturare le prestazioni mediche ai clienti/pazienti in esenzione da Iva e ricevere fattura dal professionista/mandante, per le stesse prestazioni, sempre in esenzione. La base imponibile della fattura emessa dal professionista nei confronti della società è pari alla differenza tra l’ammontare fatturato da questa al paziente e la provvigione ad essa spettante, mentre la provvigione rimane esclusa dalla base imponibile ai sensi dell’art. 13, comma 2, lett. b) Dpr 633/72. Il suddetto inquadramento che ha l’effetto di evitare l’addebito dell’Iva sui servizi di gestione resi dalla società ai professionisti, suscita perplessità.


visualizza tutta la Rassegna Stampa di oggi
| copyright Studio Orlandini e Associati | partita iva: 02255380160| site by metaping |