Privacy policy
Rassegna Stampa di Giovedì, 22 Ottobre , 2020
 
Rischio impennata per la Tari con lo stop alle assimilazioni
Argomento:
Autore: Pasquale Mirto
Fonte: Il Sole 24 Ore - Norme e Trib.pag: 21
Il decreto sull’economia circolare (Dlgs 116/2020) stravolge completamente la tariffa rifiuti, eliminando la possibilità per i Comuni di disporre l’assimilazione dei rifiuti speciali agli urbani. Questo comporterà la detassazione di tutte le attività produttive, e siccome è facile immaginare che i costi complessivi del servizio non varieranno di molto, si prospetta nel 2021 per tutte le altre categorie, un incremento della tariffa rifiuti a due cifre, e in alcune realtà anche il raddoppio. Peraltro, nel 2021 le tariffe dovranno già aumentare, per tenere conto del conguaglio determinato quest’anno per chi entro il prossimo 30 settembre deciderà di confermare le tariffe 2019. Lo stravolgimento della tassa rifiuti 2021 passa dalla modifica dell’art. 198 del Dlgs 152/2006, il quale definisce le competenze dei Comuni in materia di rifiuti. Il Dlgs 116/2020 sopprime il riferimento ai rifiuti assimilati. Le mancate entrate saranno caricate sulle utenze domestiche.


visualizza tutta la Rassegna Stampa di oggi
| copyright Studio Orlandini e Associati | partita iva: 02255380160| site by metaping |