Privacy policy
Rassegna Stampa di Lunedì, 25 Ottobre , 2021
 
Da versare entro il 30 almeno 10 rate sospese
Argomento:
Autore: Luigi Lovecchio
Fonte: Il Sole 24 Orepag: 41
Se non ci saranno novità, entro il 30 settembre, andranno versate le rate sospese, maturate nel periodo 8 marzo 2020-31 agosto 2021. Come prevede l’art. 68 del decreto legge ‘Cura Italia’ gli importi non versati all’agente della riscossione dovrebbero essere corrisposti in un’unica soluzione entro la fine del mese successivo a quello di termine del periodo di sospensione. Per alleviare il peso sui debitori il decreto legge Ristori ha stabilito che tutte le dilazioni in corso all’8 marzo 2020 e per quelle richieste entro la fine del 2021, la condizione di decadenza dal beneficio del termine è elevata a 10 rate non pagate dalle 5 inizialmente previste. Il prolungarsi della moratoria ha però reso impraticabile questa possibilità. L’Agenzia delle Entrate-Riscossione, nelle Faq, ha chiarito che il contribuente potrebbe versare, entro fine settembre, un ammontare corrispondente a un numero di rate tali da stare al di sotto delle 10 non pagate. Per le rateazioni Ader non trova applicazione il lieve ritardo fino a 7 giorni.


visualizza tutta la Rassegna Stampa di oggi
| copyright Studio Orlandini e Associati | partita iva: 02255380160| site by metaping |