Privacy policy
Rassegna Stampa di Lunedì, 28 Novembre , 2022
 
Fattura errata, ok al rimborso
Argomento:
Autore: Franco Ricca
Fonte: Italia Oggipag: 30
Il soggetto passivo che per errore ha fatturato con l’applicazione dell’Iva una prestazione non soggetta al tributo ha diritto al rimborso dell’imposta facendone richiesta entro il termine di decadenza di due anni. Non rileva la mancata attivazione tempestiva della variazione in diminuzione, ai sensi dell’articolo 26, secondo e terzo comma, del Dpr n. 633/1972. A stabilirlo la Corte di cassazione nella sentenza n. 28062 dello scorso 27 settembre che ha bocciato tutti i motivi di ricorso presentati dall’Agenzia delle Entrate, in particolare quello con il quale il fisco lamentava la violazione e falsa applicazione del citato articolo 26 in quanto la società interessata aveva restituito alla propria cessionaria l’Iva applicata per errore oltre il termine di un anno previsto dalla norma per rettificare l’imposta indebita e recuperarla mediante detrazione.


visualizza tutta la Rassegna Stampa di oggi
| copyright Studio Orlandini e Associati | partita iva: 02255380160| site by metaping |