Privacy policy
Rassegna Stampa di Venerdì, 12 Luglio , 2024
 
Atti sui tributi subito esecutivi Limitato l’uso della cartella
Argomento:
Autore: Laura Ambrosi, Antonio Iorio
Fonte: Il Sole 24 Orepag: 27
La disciplina di riforma della riscossione entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale. Una volta emessi gli atti di recupero dei crediti di imposta, gli avvisi di rettifica e liquidazione dell’imposta di registro, gli atti di irrogazione di sanzioni e gli altri provvedimenti impositivi e sanzionatori diventano così immediatamente esecutivi. A prevederlo è l’art. 14 del decreto in parola. Di fatto, per la riscossione di buona parte dei tributi erariali e delle sanzioni, scompariranno le cartelle che resteranno ‘in vita’ per le sole attività di liquidazione e di controllo formale delle dichiarazioni. Il contribuente deve corrispondere le somme indicate entro 60 giorni dalla notifica della cartella, salva la possibilità di: impugnare l’atto, chiedere al giudice o all’ente creditore di sospendere l’esecuzione o chiedere all’agente della riscossione la rateazione. L’immediata esecutività degli atti comporta che una volta notificato l’avviso, la pretesa diviene esecutiva decorso il termine utile per la proposizione del ricorso.


visualizza tutta la Rassegna Stampa di oggi
| copyright Studio Orlandini e Associati | partita iva: 02255380160| site by metaping |